Tesla bussa ancora alla porta di Washington: richiesti 350 milioni di dollari

render Tesla Model S

Una piccola retromarcia quella che ha portato Tesla, all'indomani della concessione del prestito governativo alle Big Three, a rivedere le proprie richieste a Washington: se a fine novembre eravamo a quota 400 milioni di dollari, oggi siamo scesi a 350.

La casa californiana si sarebbe rivolta al Dipartimento per l'Energia onde evitare lo slittamento della Model S, che a causa delle difficoltà attuali potrebbe essere rimandata anche per oltre due anni. "Senza un aumento di capitale non si va da nessuna parte" ha dichiarato il CEO Elon Musk "e senza il prestito governativo, dobbiamo aspettare che si allenti l'attuale stretta creditizia, che secondo noi può durare anche un paio d'anni."

In caso di risposta negativa in California si fermerebbero i lavori per la fabbrica che dovrebbe curare la produzione del modello (al ritmo di 20.000 unità l'anno), rendendo il suo arrivo una questione di tempi biblici: la Model S rischia di non nascere prima del 2013...

Via | LeftLane

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: