MSO McLaren P1 Satin Volcano Red: il rosso la fa più bella

E' stata realizzata da McLaren Special Operations.

MSO McLaren P1 Satin Volcano Red

Il rosso è il colore per antonomasia delle auto prodotte a Maranello. Eppure sta veramente benissimo anche su questo esemplare della McLaren P1: si tratta di una versione “customizzata” della hypercar inglese, verniciata con lo splendido “Satin Volcano Red” dal reparto MSO (McLaren Special Operations) della factory di Woking. Con quest’ultima cromia sono realizzati anche altri particolari interni, come la console centrale e le cuciture dell’abitacolo. L’effetto di contrasto prodotto con le altre componenti in carbonio del corpo vettura è semplicemente fantastico. Gli scatti sono stati eseguiti da GF Williams.

McLaren P1: nuove foto ufficiali

McLaren P1: nuove foto ufficiali

18/04/2013 - Nuove immagini ufficiali dedicate alla bella ed esclusivissima McLaren P1, immortalata al Bahrain International Circuit: vi ricordiamo che la vettura è spinta da un sistema ibrido, composto da un V8 biturbo da 3.8 litri e da modulo elettrico da 179 Cv. L’unità termica è stata oggetto di interventi sostanziali rispetto al V8 3.8 delle 12C di derivazione, necessari per migliorare il raffreddamento e l’affidabilità. Eroga 737 CV a 7.500 giri/minuto e 720 Nm a partire da 4.000 giri/minuto, valori ottenuti anche attraverso una maggior cura della fluido-dinamica e della lubrificazione. L’otto cilindri è poi abbinato ad un motore elettrico sviluppato da McLaren Electronics.

Quest’ultimo sviluppa 179 CV e produce 260 Nm di coppia (fin dal minimo), per complessivi 916 CV e 900 Nm. La piattaforma è inoltre composta dal cambio doppia frizione. Il motore elettrico interviene poi per facilitare l’operazione di cambiata, inviando coppia negativa e causando quella flessione nel conto dei giri/minuto necessaria per innestare la marcia con più semplicità. I tecnici McLaren hanno poi consentito al motore elettrico di recuperare energia in fase di frenata. Il pacco batterie ha un massa di 96 chili ed è collocato nella parte inferiore del telaio in carbonio MonoCage, mentre il sistema di raffreddamento è progettato affinché ogni cella sia raffreddata alla medesima temperatura. Le batterie sono ricaricabili anche via cavo.

Il volante ospita due particolari pulsanti. Uno attiva il DRS (Drag Reduction System) e l’altro mette in funzione IPAS (Instant Power Assist System), sistemi provenienti dalla Formula 1 ed introdotti per modificare l’aerodinamica e per chiedere un overboost di potenza al sistema ibrido. In particolare il DRS permette di gestire l’incidenza dell’alettone posteriore, il cui coefficiente aerodinamico può variare fino al 23%. L’IPAS mette invece a disposizione i 179 CV del modulo elettrico. La McLaren P1 ha infine la capacità di viaggiare in modalità completamente elettrica (per circa 10 chilometri) ed emette in media 200 grammi di anidride carbonica ogni chilometro.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: