Audi: ecco i piani futuri

Audi A6 facelift - AMS

La rivista tedesca Auto Motor und Sport, prende in esame la “road-map”di Audi per i prossimi mesi. Che la casa tedesca voglia agguantare il primato di vendite della “la triade”, è cosa ormai risaputa e l'obiettivo di 1.500.000 auto prodotte entro il 2015 sembra fattibile, analizzando l'incremento annuo delle vendite. Ecco allora quali saranno i mezzi con i quali Audi conta di raggiungere il suo target.

Dopo una buona accoglienza per la A4 berlina, Audi presenterà dinanzi al pubblico di Ginevra, uno dei suoi “pezzi strategici”:la nuova A4 Avant. Più grande, più spaziosa, più tecnologica e profondamente rivista nel telaio e nella dinamica di guida, la nuova A4 punta a prendere la leadership di vendite fra le wagon del suo segmento.

Audi A4 Avant 2008
Audi A4 Avant 2008
Audi A4 Avant 2008

Un’importante contributo agli introiti della casa dovrebbe derivare dal nuovo telaio modulare MLB con componenti a lunghezza variabile; un telaio concettualmente unico per tutti i modelli della casa con differenze limitate alle dimensioni . Progettato per essere la base comune di tutta la nuova e futura gamma, questa piattaforma in lega leggera (con gruppo frizione e differenziale invertiti di posizione) garantisce un riposizionamento dell’asse anteriore ed una più equilibrata distribuzione dei pesi; cresce ovviamente anche il passo con i conseguenti benefici dinamici visti sulla nuova A4 e sulla A5. La casa conta così di poter risparmiare circa il 20% sui costi di industrializzazione e velocizzare il processo produttivo.

Nel corso dei prossimi mesi verranno inoltre adottate una serie di misure mirate alla riduzione dei consumi e delle emissioni, come il sistema start&stop ,il brake-energy regeneration e simili, verso sistemi paralleli alla tecnologia ibrida.

A Settembre sarà il turno del facelift della A6 che godrà di limitati ritocchi estetici e di nuovi propulsori ancora più efficienti. In rete si vocifera anche riguardo all’arrivo di un nuovo 3.0 V6 TDI biturbo con poco meno di 300cv (una risposta alla BMW 535d). La nuova generazione della berlinona di Ingolstadt debutterà invece nel corso del 2011 (in alto l'ipotesi di AMS) e non dovrebbe discostarsi molto dalle attuali dimensioni. Grazie ad una carrozzeria più leggera in alluminio e al rinnovato telaio, garantirà un peso minore rispetto all’attuale modello (si parla di -100 kg) e rinnovati parametri di sicurezza e confort. Il nuovo chasis MLP, in unione col nuovo differenziale sportivo posteriore(QVT), regalerà un elevato piacere di guida e doti stradali elevate. Saranno inoltre disponibili, lo sterzo dinamico, e un nuovo cambio automatico ZF a 8 rapporti. Probabile l’arrivo del DSG per le versioni più spinte. Più avanti toccherà la strada anche una versione ibrida con batteria a ioni di litio di inedita fattura.

Nel corso del 2008, arriverà la Audi Q5, che condividerà buona parte della meccanica con la A4 e sulla quale debutterà il tanto atteso DSG per i motori longitudinali. Sempre dal medesimo telaio deriveranno la nuova A4 Allroad e la A5 Sportback. E le relative versioni S ed RS.

Inoltre, udite udite, Stefan Sielaff attuale capo del design di casa Audi, ha chiaramente affermato che i prossimi modelli della casa vedranno una diversificazione estetica più profonda con single-frame e gruppi ottici più specifici . Quasi un’ammissione di colpe per la eccessiva uniformità stilistica ?

Audi Metroproject Quattro Concept
Audi Metroproject Quattro Concept
Audi Metroproject Quattro Concept

Nel 2010 sarà la volta dell’Audi A1, la piccola ma lussuosa vettura con la quale la casa dei 4 anelli punta ad aggredire nuovamente la nicchia lasciata vuota dalla tecnologica ma poco fortunata A2 (nelle foto la Concept Metroproject Quattro da cui deriverà). Arriverà anche in versione roadster.

Audi city-car

Ad affiancare la nuova A1 nella “famiglia delle piccole” potrebbe arrivare anche una city-car da 3.45 metri basata sulla VW concept UP! con una potenza massima di 75cv ma capace di ospitare comodamente 4 adulti. Nell'immagine l'ipotesi di stile di AMS.

Via | Auto Motor und Sport

  • shares
  • +1
  • Mail
83 commenti Aggiorna
Ordina: