Environment Grand Prize per il DiesOtto: "Il futuro dei motori a combustione interna"

diesotto

Mercedes è stata premiata a Parigi per il DiesOtto, un motore molto innovativo presentato dalla casa tedesca al Salone di Francoforte, dove è stata ospitato nella pancia della eccentrica concept F700.

Il motivo della premiazione, svoltasi nell'ambito del "Festival Automobile International" è la capacità che ha il motore di unire il meglio degli attuali propulsori: potenza paragonabile ad un V6 benzina, coppia e consumi ai livelli dei diesel più all'avanguardia ed emissioni molto più basse della produzione attuale. "Il DiesOtto in sostanza rappresenta il futuro dei motori a combustione interna" secondo la giuria internazionale che ha assegnato il riconoscimento, consegnato da Alain Prost all'Hotel Des Invalides.

Ricordiamo qualche numero del motore: si tratta di un piccolo 1.8 quattro cilindri che adotta tutte le soluzioni più moderne dell'ingegneria motoristica: turbocompressore, iniezione diretta, rapporto di compressione variabile e modulo ibrido ausiliare. Il risultato è una potenza di 238 CV, una coppia di 400 Nm, un consumo medio di 5,3 l/100 km ed emissioni contenute in 127 g/km di CO2, tutti dati fatti registrare dalla F700, vale a dire un'ammiraglia di oltre cinque metri, equipaggiata di tutto punto. Va aggiunto che il risultato è stato raggiunto anche grazie all'adozione di alcuni accorgimenti aerodinamici e a pneumatici dalla sezione molto sottile.

Il DiesOtto ha un'altra caratteristica tutt'altro che secondaria: quando sentiamo parlare di emissioni pensiamo subito al dato chilometrico di anidride carbonica emessa, ma dagli scarichi non esce solo CO2: molto nocivi sono anche gli ossidi di azoto, dei quali però le case ancora non si occupano in maniera organica. Questo nuovo motore invece, grazie alla combustione esemplare per omogeneità, anche a temperature molto basse, permette di ridurre drasticamente il livello dei NOx emessi.

  • shares
  • +1
  • Mail
74 commenti Aggiorna
Ordina: