GM e Ford: ottimismo per il 2008

Alla faccia degli analisti che profetizzano il peggiore anno dell'ultimo decennio per il settore automotive negli USA, le due rimaste delle vecchie big three (Chrysler è davvero con l'acqua alla gola) ostentano ottimismo.

Troy Clarke, presidente di GM Nordamerica ha dichiarato: "Dopo sei trimestri di perdita, notiamo un'inversione di tendenza nella domanda. Vedrete che la seconda metà dell'anno sarà significativamente positiva". Dello stesso parere Mark Fields, a capo di Ford America.

Da dove proviene questa ondata di ottimismo? Chiaramente dai ripetuti tagli dei tassi che ha operato la Fed nelle ultime settimane: premessa (si spera) di una prossima ripresa, ma sicuramente segno che l'economia e la fiducia degli investitori negli USA non sono ad alti livelli.

Via | BusinessWeek

  • shares
  • +1
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: