Aggiornamenti sulla "micro-premium" di GM


Circa tre settimane fa vi abbiamo parlato dei piani di General Motors per il lancio di una nuova compatta di alto lignaggio che dovrebbe andare a infastidire auto come Mini e Alfa Junior.

Bene, ora WindingRoad torna sulla notizia, riportando alcune nuove dichiarazioni del management che delineano meglio la situazione. Innanzi tutto, sono state superate le indecisioni sul marchio: si tratterà di una Chevrolet e non di una Cadillac, ipotesi che era al vaglio del cda.

In secondo luogo come ha fatto sapere Ed Peper, general manager Chevrolet, bisognerà seguire con attenzione i risultati della Smart sul mercato americano prima di decidere su un'eventuale commercializzazione sul mercato interno, dato che nulla è stato finora deciso a riguardo.



La prospettiva comunque, pare tutt'altro che improbabile: il mercato statunitense sta vivendo una fase di grandi cambiamenti, ed immaginare cose fino a qualche anno fa impensabili non sembra più un'eresia. Ci stiamo riferendo, oltre che alla microcar derivata dalla Chevrolet Beat, al piccolo turbodiesel che potrebbe trovare posto nel suo cofano.

Sottolineando che "non viene esclusa alcuna possibilità", Peper conclude che la tecnologia necessaria proverrà dal grande bagaglio di esperienza del ramo europeo di GM.

  • shares
  • +1
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: