Fiat: Marchionne conferma l'interesse verso un marchio low-cost

20 anni Innocenti Koral

Fiat sta valutando l’ipotesi di lanciare un marchio low cost. Lo ha confermato direttamente Sergio Marchionne, amministratore delegato Fiat/Chrysler, intervenuto nei giorni scorsi al teatro Carignano di Torino durante una rassegna organizzata dal quotidiano La Repubblica. “Dobbiamo prima stabilire se nel gruppo c’è spazio a sufficienza per una realtà prettamente economica” ha precisato Marchionne, lasciando poi intendere che un marchio dall’impostazione simile non potrà non realizzare le proprie automobili al di fuori dell’Europa: il Lingotto non ha infatti la capacità di generare profitto da un’automobile venduta a circa 7.500 euro e prodotta nel Vecchio Continente.

Marchionne torna quindi a pensare ad una realtà low-cost. Non è certo una novità assoluta, perché negli scorsi anni ed in maniera ciclica si parlò con insistenza di un’utilitaria compatta ed economica da posizionare un gradino più in basso rispetto alla Panda. Il progetto è stato sempre frenato da preoccupazioni relative la sua profittabilità, elemento necessario per stabilirne la messa in atto. Facile quindi pensare che il nuovo marchio possa chiamarsi Innocenti. AutomotiveNews suggerisce tuttavia un’ipotesi differente: il sito pensa ad una combinazione di lettere o numeri che possano esprimere l’idea di un’automobile semplice ed elementare, come ad esempio 123 o ABC.

Fiat non è comunque l’unico gruppo industriale a guardare con interesse al segmento low-cost. Il successo del marcio Dacia ha spinto Nissan a resuscitare Datsun e Volkswagen a compiere le dovute valutazioni per lanciare una realtà simile.

20 anni Innocenti Koral
20 anni Innocenti Koral
20 anni Innocenti Koral
20 anni Innocenti Koral

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 39 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: