Siri su Mercedes Classe E in video

Siri di Apple su Mercedes Classe E: i comandi vocali che vanno oltre all'operatività del veicolo.

Come sarà l'auto del futuro? Una domanda che appassiona, da sempre. Negli ultimi mesi il futuro si è fatto sempre più presente, con la tecnologia degli smartphone che si è avvicinata sempre più al mondo delle quattro ruote come testimoniato dalla nostra rubrica App per l'Automobile.

Mercedes ha presentato l'integrazione con Siri, sistema di comandi vocali Apple che funziona con sistemi iOs come iPhone o iPad; probabilmente avrete visto qualche spot in tv relativo a Classe A. Nel nostro caso abbiamo avuto la possibilità di vederlo in azione sulla nuova Classe E, direttamente nel Mercedes-Benz Advanced Design Studio di Carlsbad durante l'#MBRT13.

Come si vede nel video, per comunicare con Siri durante la guida è sufficiente collegare il proprio iPhone 4S attraverso il “Drive Kit Plus”: in questo modo si ha accesso a tutti i contenuti dello smartphone. Mediante una app di Mercedes-Benz, la “Digital DriveStyle App” scaricabile dal sito Drive Kit Plus, i dati verranno visualizzati sul display della vettura.

Il sistema può essere utilizzato tramite la classica rotella posta nella consolle centrale, e muovendola in senso orario o antiorario è possibile scegliere il comando, oppure ad esempio l'autore musicale preferito piuttosto che la canzone, selezionando la copertina dell'album. Sul fronte mappe, è stata sviluppata un'app in collaborazione con Navigon. E' quindi possibile condividere la propria posizione tramite Glimpse. Non si tratta di un vezzo o di un gioco: vi è mai capitato di viaggiare insieme ad altre automobili, e di perdere il contatto con qualcuna di esse? In pochi click, il problema è risolto. Per i più "geek", sono presenti Facebook e Twitter, con la possibilità di farsi leggere gli update.


Veniamo quindi a Siri, nominata volutamente al femminile, con la quale si può "colloquiale" in maniera piuttosto naturale. Nel video è stato fatto un piccolo esempio riguardante il meteo, in un inglese un po' "tedesco". Siri è riuscita a rispondere in maniera puntuale e precisa. Chiaramente, possiamo chiederle qualsiasi informazione, che può riguardare il traffico piuttosto che l'andamento di della partita della propria squadra, ma anche una barzelletta.

Chi utilizza Siri abitualmente conosce i pregi ed i difetti del sistema. In generale l'idea e l'implementazione ci sembrano interessanti, soprattutto nell'ottica del lungo periodo. Se questo è l'inizio, ci pare che il futuro possa essere roseo. Nello stesso tempo non nascondiamo le critiche. Siri funziona unicamente con iOs, escludendo di fatto l'emergente mondo Android o Windows. Ad di là del sistema operativo, c'è la necessità di essere connessi in rete, fatto che non dobbiamo dare per scontato nelle zone montante o fuori città. Non ultimo, ma questo non dipende ne dalle aziende automobilistiche ne dai produttori di tecnologia, non dimentichiamo i costi di roaming dati assolutamente folli e che ci sembrano a tutt'oggi ingiustificabili. Il rischio è di avere un sistema all'avanguardia, ma perfettamente inutilizzabile non appena si varca il confine di Stato.

Se da una parte l'augurio che possiamo fare è che la tecnologia possa sempre più essere alla portata di tutti, non possiamo che fare altrettanto con i costi di connessione: chissà, magari l'UE potrebbe finalmente dire qualcosa in proposito...

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: