Infiniti vicina alla chiusura? Ghosn vorrebbe, de Nysschen rilancia

Infiniti Q50: prime foto ufficiali

La notizia è talmente rumorosa da averci portato a dubitarne. Come immaginare che il presidentissimo del gruppo Nissan-Renault caldeggi per la chiusura di Infiniti, a cui vengono preferite realtà low-cost e di respiro sicuramente inferiore. Eppure il vice-presidente esecutivo del marchio Nissan ha rivelato nei giorni scorsi alla rivista Wards Auto che il numero uno Carlos Ghosn decretò la fine di Infiniti. “Non ci serve Infiniti, non ci serve quel marchio – le testuali parole riportate da Andy Palmer –. Ti concedo la facoltà di chiudere Infiniti”. Palmer non ha tuttavia accolto l’istanza del superiore ed ha promosso un ambizioso piano di rilancio.

Infiniti si allontanerà progressivamente da Nissan e guadagnerà quindi una maggiore indipendenza. “Infiniti produce ottime automobili di lusso, ma in tutta onestà sono prive del quid che alle vetture tedesche invece non manca mai – rincara Palmer –. Per 23 anni Infiniti ha mantenuto un’impostazione troppo legata a Nissan”. I vertici dell’azienda giapponese hanno quindi affidato il timone di comando a Johan de Nysschen, per 19 anni a capo di Audi in Nord America ed artefice del clamoroso exploit di cui i Quattro Anelli hanno goduto oltreoceano. Le dichiarazioni di Palmer sferzano dunque il nuovo numero 1 e lo stimolano nel raggiungere l’ambizioso traguardo di 500.000 unità all’anno entro il 2017, aumentando dalle 200.000 vetture odierne.

de Nysschen ha tuttavia palesato una filosofia meno aggressiva e grintosa. Vendere 500.000 automobili “nel 2017 o nel 2020 è per noi meno significativo di possedere una ben precisa identità. E’ questo l’obiettivo primario a cui dobbiamo tendere”.

Infiniti Q50: prime foto ufficiali
Infiniti Q50: prime foto ufficiali
Infiniti Q50: prime foto ufficiali
Infiniti Q50: prime foto ufficiali

  • shares
  • +1
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: