In Irlanda si può guidare dopo aver bevuto, ma solo in campagna.

St Patrick's Day

Nella Contea di Kerry, nel sud ovest dell'Irlanda è stato approvato un decreto che consente alle persone che abitano in zone rurali isolate di mettersi alla guida anche dopo aver bevuto qualche bicchiere. Il Consiglio della Contea di Kerry ha infatti approvato, per cinque voti contro tre, il decreto che permette agli abitanti di zone isolate di mettersi alla guida su strade rurali con poco traffico anche dopo aver bevuto due o tre bicchieri di alcolici.

Il consigliere Danny Healy Rae, che ha proposto il decreto, sostiene che la possibilità di guidare in leggero stato d'ebbrezza, possa incoraggiare gli abitanti delle zone più isolate ad uscire di casa diminuendo così la depressione ed i tentativi di suicidio causati dall'isolamento. Healy-Rae ha dichiarato: "Queste persone viaggiano su strade molto isolate, spesso su trattori, con pochissimo traffico e non è giusto che vengano trattati come il resto dei guidatori senza aver mai ucciso nessuno. L'unica soluzione che hanno è quella di portare a casa una bottiglia di whiskey e cadere in depressione, che in alcuni casi culmina con il suicidio".

Ovviamente l'Autorità per la Sicurezza Stradale irlandese ha criticato la proposta, ricordando come la maggior parte degli incidenti stradali avvenga su strade rurali. In Italia il tasso alcolemico massimo consentito per mettersi alla guida corrisponde a 0.5 grammi per litro: guidare oltre questo limite è un reato punito con severe sanzioni. I guidatori sorpresi alla guida con un tasso compreso tra 0.5 e 0.8 g/litro perdono 10 punti sulla patente, vengono multati con un'ammenda compresa tra i 500 ed i 2.000 euro e gli viene sospesa la patente per un periodo compreso tra i 3 ed i 6 mesi.

Chi guida con un tasso alcolemico compreso tra 0.8 e 1.5 g/litro rischia l'arresto fino a 6 mesi, la sospensione della patente da 6 mesi ad un anno ed un'ammenda tra gli 800 ed i 3.200 euro. Per i guidatori che eccedono quota 1.5 grammi al litro è previsto l'arresto da 6 mesi ad un anno, un'ammenda da 1.500 a 6.000 euro, uno o due anni di sospensione della patente, oltre al sequestro ed alla confisca del veicolo.

Via | Excite UK
Foto | Hannah Johnston/Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: