Cadillac ELR: l'ultima immagine prima del debutto

muletto_cadillac_elr

La Cadillac ELR “ci aiuta a trasformare il modo in cui i nostri acquirenti intendono il lusso e la sportività”. Ne è convinto Chris Thomason, responsabile del progetto ELR, secondo cui l’inedita sportiva riuscirà a mescolare sfumature ed accenti finora incompatibili: la coupè statunitense viene infatti dipinta come uno fra i primi esempi in cui il rispetto per l’ambiente incontra lo stile, producendo un risultato assai particolare e caratteristico. L’auto prevede gli spigoli del tradizionale motivo stilistico Cadillac ed è equipaggiata con il sistema ibrido Voltec, alla sua prima applicazione fuori dall’accoppiata Chevrolet Volt/Opel Ampera.

Quest’ultimo elemento ha reso necessario l’abbandono della trazione posteriore, caratteristica del prototipo Converj a cui l’auto si ispira. Per Cadillac non è comunque un dramma. “Riteniamo sia una soluzione più efficace per garantire quel risparmio energetico a cui un’automobile elettrica ambisce – spiegò qualche tempo fa David Cadwell, portavoce del marchio –. La trazione posteriore è ideale per le ATS e CTS, vetture espressamente dedicate a chi cerca il piacere di guida”.

La Cadillac ELR ha concluso nelle scorse settimane i test di affaticamento. Il marchio statunitense può quindi iniziarne la promozione, pubblicando una galleria d’immagini con protagonista uno fra gli ultimi muletti. L’auto verrà esposta al salone di Detroit (14-27 gennaio) e dovrebbe mantenere le stesse dimensioni del prototipo d’origine, ovvero 4.62 metri in lunghezza, 1.88 metri in larghezza ed 1.40 metri in altezza. Sarà prodotta nello stabilimento di Detroit-Hamtramck.

  • shares
  • +1
  • Mail