Rapporto Aci Censis 2012: Mercato Auto critico, il 53% degli italiani non comprerà auto nuove

Il 2012 è stato un anno di crisi in molti settori ma quello dei trasporti è uno dei più colpiti. Nell'annuale Rapporto Auto di Aci e Sensis è infatti emerso che ben il 52.6% degli italiani non comprerà un'auto nuova nei prossimi 3 anni. Il pessimismo verso il futuro, ma soprattutto gli enormi rincari fatti registrare negli ultimi mesi per quanto riguarda i trasporti, hanno portato più della metà degli italiani a non voler acquistare una nuova autovettura nei prossimi anni. Secondo i dati rilevati, solo il 3.7%, la metà rispetto al 2011, ha intenzione di acquistare un'autovettura nuova nei prossimi 12 mesi, anche se il mercato dell'usato non se la passa affatto bene con un -10% rispetto allo scorso anno.

I costi di gestione dei mezzi di trasporto sono aumentati del 4.5% rispetto al 2011 con un costo medio per auto che si aggira attorno ai 3.425 euro annui. Negli ultimi 10 mesi il costo dei carburanti è aumentato del 16%, influendo per il 72.8% dell'aumento con 147 euro, contando anche il 2010 si arriva ad un rincaro del 25%, aumentando di conseguenza il costo kilometrico dell'11.3%. Gli italiani viaggiano meno, la percorrenza media annuale si è infatti ridotta tra il 5 ed il 7%, mentre le assicurazioni si sono alzate in media del 3.2%.

L'automobile è ormai un lusso anche se in alcuni casi rappresenta l'unico mezzo per potersi muovere. Nella ricerca è inoltre emerso che il 33% degli italiani vorrebbe un'automobile italiana mentre il 27.8% ha risposto senza dubbi una straniera; indeciso il restante 39.2%. Più di un terzo degli italiani vorrebbe acquistare una vettura a GPL, a Metano, ibrida o elettrica. Alcuni dei rincari sono però dovuti anche all'eccessiva tassazione applicata ai trasporti in Italia: un esempio, oltre a quello della benzina, sono le assicurazioni che mostrano una tassazione del 26% contro una media europea del 18%.

Foto Via | Flickr Jack_Kelly

  • shares
  • +1
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: