Rapina in un bar vicino Pomigliano: attimi di terrore per 3 collaudatori Fiat e danni alle auto in prova

Fiat Panda Trekking & Panda 4x4: nuove immagini

Della serie “cinque minuti di terrore”… poche ore fa 3 collaudatori della Fiat di Pomigliano, sono stati barbaramente minacciati e rapinati in un bar di Tavernanova di Casalnuovo, a poca distanza dallo stabilimento, in via Nazionale delle Puglie. Ecco la ricostruzione dei fatti…

Alle 4 del mattino, i test driver si accingono a fare una “pausa caffè” al termine di una lunga ricognizione notturna a bordo di 2 nuove Panda ed una 500, tutte in fase di collaudo. All’improvviso, da un Alfa Romeo 156, scendono 3 malviventi (un quarto rimane al volante dell’auto) a volto scoperto, due dei quali armati di pistola ed un terzo con mazza di ferro, che fanno irruzione nell’esercizio pubblico, rapinando dei loro portafogli e telefonini i malcapitati operai; per giunta vestiti con le arcinote tute da lavoro dello stabilimento Fiat campano.

Per intimidire le vittime del sopruso, i criminali frantumano a colpi di mazza i finestrini di una delle vetture, la 500: al posto di guida è ancora seduto uno dei dipendenti Fiat, che riesce fortunatamente a partire a tutto gas verso Pomigliano, mettendosi in salvo. I rapinatori entrano nel bar, seminando il panico tra i terrorizzati malcapitati test-driver, fatti sdraiare a terra come nella più classica delle rapine.

Secondo le prime ricostruzioni, dopo aver puntato la pistola contro il cassiere del bar, i delinquenti avrebbero sottratto dalla cassa dell’esercizio circa 600 euro. Prima di scappare i 3 criminali hanno anche beffato i rapinati prendono un vassoio di cornetti, gridando -“Anche questo è nostro”- prima di dileguarsi.

  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: