Volvo ReCharge Concept


Ricaricabile è meglio che ibrida: anche Volvo fornisce il proprio punto di vista in materia di tecnologie low-emission, presentando al salone di Francoforte il Concept ReCharge.

Esteticamente simile alla C30, impreziosita da alcuni dettagli fluo, è stata sviluppata in California dal centro Volvo Concept and Monitoring: spinta da quattro motori elettrici (uno per ogni ruota) alimentati da batterie ai polimeri di litio, ha la particolarità di potersi ricaricare anche tra le mura domestiche in una normalissima presa di corrente.
Non manca tuttavia all’appello un motore a combustione, che in questo caso è il 4 cilindri 1.6 Flexifuel da 100 cavalli.

Il funzionamento di quest’auto è molto semplice: i quattro motori elettrici hanno un’autonomia di circa 100 km, ma non appena la carica complessiva scende sotto il 30% ecco che il 1.6 benzina giunge in loro soccorso: fondamentale anche la funzione dell’impianto frenante che contribuisce a ricaricare le unità elettriche. I consumi, a seconda del percorso e dello stile di guida, possono variare da 0 a 5,5 litri per 100 km.

La logica di funzionamento è simile ad un altro prototipo elettrico, la Chevrolet Volt, anche se quest’ultima si differenzia per la mancanza di un bottone sulla plancia che permette di scegliere quale tipologia di propulsore utilizzare.



L’importanza data dal costruttore svedese a questa tecnologia è testimoniata dall’investimento di 1 miliardo di dollari in ricerca e sviluppo, culminato con questo prototipo che si vanta di essere il primo della nuova tecnologia plug-in hybrids.

Ora non manca che dotarci di una prolunga sufficientemente lunga…








Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
50 commenti Aggiorna
Ordina: