Car Sharing

Il car sharing è il servizio dedicato all'automobile in condivisione presente in alcune principali città in Italia e nel mondo. Il significato di questo termine è semplice: invece di possedere un'auto di proprietà, la si "affitta" solo per il tragitto che si deve compiere o per il breve tempo di cui si necessita. A differenza dal noleggio a lungo termine, il car sharing è un noleggio a breve termine, prenotabile tramite smartphone in pochi minuti, e in alcuni casi si avvale del free floating, ovvero la possibilità di prelevare l’auto in qualsiasi luogo della città dove è stata lasciata dal precedente utilizzatore e di terminare il noleggio in qualsiasi via della città dove il cliente desidera all’interno dell'area di Copertura.

Car sharing: come funziona e quali sono i costi

Per usare le auto disponibili in car sharing occorre in primo luogo sottoscrivere un abbonamento presso uno dei gestori disponibili nella città in cui ci si trova. Una volta perfezionato l'abbonamento, sarà possibile scaricare sul proprio smartphone l'applicazione dedicata o accedere al sistema di prenotazioni sul sito internet del gestore.

La gestione della prenotazione avviene poi in due modalità:
- se il gestore si avvale del free floating, l’utente effettua una prenotazione tramite app e blocca l’automobile più vicina al luogo in cui si trova. Una volta arrivato davanti all'automobile, può sbloccare le portiere del veicolo tramite app, la usa e, alla fine del noleggio, la parcheggia dove è più comodo all'interno dell'area di copertura prevista dal gestore del servizio utilizzato;
-se il gestore non si avvale di questa modalità, occorrerà effettuare una prenotazione e andare a ritirare l'automobile presso il parcheggio indicato e rilasciare l'auto nel parcheggio di destinazione alla fine della durata del noleggio precedentemente concordata.

I costi sono decisamente accessibili, il cliente versa una quota d’iscrizione e paga a consumo, secondo un metodo che varia da operatore ad operatore: si può pagare in base al tempo di utilizzo, ai chilometri percorsi, oppure si possono acquistare dei pacchetti di minuti.

La tariffa comprende tutte le spese (assicurazione, manutenzione, carburante). Il conducente non deve nemmeno pagare il parcheggio, anch’esso incluso nella tariffa base.

Come funziona Car2Go
Come funziona Enjoy
Come funziona Share N' Go

Il car sharing in Italia

Le città in cui è attivo il servizio di car sharing sono:
Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Padova, Palermo, Parma, Roma, Scandicci, Torino e Venezia.

Ogni comune italiano organizza i rispettivi servizi di car sharing in maniera autonoma, ma con modalità a volte meno pratiche rispetto ai gestori privati: ad esempio Io Guido (attivo a Torino) prevede che l’automobile debba ritornare nello stallo da cui si è prelevata.
Alcune società private coprono il servizio su più città, rendendo così possibile utilizzare sempre lo stesso abbonamento anche su territori diversi:
- Car2Go opera a Firenze, Milano, Roma e Torino;
- Enjoy opera a Firenze, Milano, Roma e Torino;
- Share'n Go opera a Firenze, Milano e Roma.

La diffusione del servizio del car sharing a livello provinciale è limitato alle province di Bologna, Milano, Napoli, Rimini, con di volta in volta limitazioni specifiche: a Milano sono coperti dal servizio solo alcuni comuni dell'immediato hinterland.

Il Car sharing e la differenza con car pooling

Spesso viene confuso il car sharing con il car pooling, ma tra i due servizi ci sono sostanziali differenze:
- il car sharing è molto simile ad un autonoleggio con automobili parcheggiate in più punti della città, di proprietà di un gestore;
- il car pooling prevede che un viaggiatore metta a disposizione la propria vettura per dividere il percorso con altre persone, che divideranno con il guidatore le spese di benzina e viaggio. Alcuni esempi di car pooling sono BlaBlaCar e Zego (conosciuto prima come Letzgo).

Come funziona BlaBlaCar
Come funziona Zego (prima Letzgo)

Parigi: chiude Autolib, il car sharing elettrico

La società del Gruppo Bollorè chiude le attività: troppi debiti, che le autorità cittadine si rifiutano di... Continua...

Ride Sharing: parte il servizio di MOIA

Entra in funzione ad Hannover il servizio di Ride Sharing e Ride Pooling della società MOIA, creata dalla Volkswagen.... Continua...

La guida autonoma rivoluzionerà il Regno Unito?

Presentato il nuovo piano per la mobilità del futuro nel Regno Unito, il Ministro vede lontano e vuole auto elettriche... Continua...

Car Sharing: Volkswagen lancia il suo servizio a zero emissioni

Il nuovo car sharing lanciato Volkswagen sarà disponibile in Germania nel 2019, per poi essere esteso in tre... Continua...

Car Sharing: la mobilità del futuro arriva con Helbiz

La nuova piattaforma di car sharing consente il noleggio d’auto fra privati utilizzando la rete peer-to-peer. Continua...

Car sharing ibrido con Toyota: a Venezia arriva YUKO

Il nuovo servizio di car sharing di Venezia è ibrido e targato Toyota, con 50 veicoli a disposizione. Continua...

Eppy, a Latina car sharing 100% elettrico con Renault

Latina è tra le prime città italiane ad avere un car sharing 100% elettrico, grazie alla gamma di veicoli ZE di... Continua...

Car Sharing: boom delle app grazie allo sciopero ferroviario francese

L'ondata di scioperi per la riforma dei trasporti di Macron ha paralizzato la Francia facendo la fortuna delle app che... Continua...

Car sharing: fusione tra Car2Go e DriveNow

Fusione tra Car2Go di Mercedes e DriveNow di BMW per il car sharing e tutti i servizi di mobilità per le grandi città. Continua...

car2go: a New York disponibile anche la Mercedes CLA

Prosegue la trasformazione a car sharing premium di car2go: a New York arrivano le Mercedes CLA. Continua...